iten

Villa Immacolatella


  • Dove

    La regione:
    La Provincia:
    Il luogo: Pietretagliate
    Come arrivare: Da Palermo, alla fine della autostrada per Trapani circonvallazione direzione porto. Alla fine del viadotto ci si immette sulla via del sale girando a sinistra, quindi superato il bivio per Nubia e Paceco si arriva al ponte Verderame dove bisogna girare a sinistra verso Pietretagliate. Superato il passaggio a livello, si giunge alla piazzetta della chiesa di Pietretagliate, dove svoltare a sinistra e proseguire dritto per circa 1000 metri, raggiungendo infine l’ ingresso principale.
  • Cosa

    Accanto alla chiesetta rurale settecentesca della Madonna dell’Immacolata, uno spettacolare baglio della stessa epoca ospita due grandi suites, veri e propri miniappartamenti, arredati con mobili d’antiquariato. C’è anche un “giardino delle delizie” cintato da mura con una collezione di piante da frutto tipiche della Siclia: lo si visita partendo da una bella fontana e arrivando fino all’antica Noria araba. Siamo nel cuore di un’azienda agricola modello che produce fra l’altro olio e vino eccellenti
    In più:
    Niente da segnalare
  • Da non perdere:

    Trapani, Erice, Saline, Isola di Mozia, Segesta, San Vito lo Capo, Riserve dello Zingaro e di Monte Cofano


    Comprare

    Pesce conservato

    Castigliane, Erice, fraz, Casa Santa, tel. 0923.562234, www.ninocastiglione.it

    Tammaro, Favignana, via Nicotera 6, tel. 0923.921610, www.anticatonnaradifavignana.com

    Ittica Capo San Vito, San Vito Lo Capo, via Faro 95, tel. 0923.972672, www.bottargaditonno.it

    Sughi

    Antichi Sapori di Sicilia, Marsala, contr. Granatello Ciappola, tel. 0923.733007,www.antichisaporidisicilia.it

    Sale

    Ettore, Marsala, contr. Infersa, tel. 0923.966936, www.salineinfersa.com

    Sosalt, Trapani, zona Ronciglio, tel. 0923.540344, www.sosalt.it

    Sottoli

    Alicos, Salemi, via Cremona 21, tel. 0924.983348, www.alicos.it

    Partecipare

    Marzo

    Marsala,Spettacolare processione ci 11 gruppi aperta dal Palio, un uomo incappucciato che porta una croce, cui seguono i bambini vestiti con abiti ebraici, il gruppo della Pace, il gruppo di Caifa, il gruppo di Erode, il gruppo di Pilato, il gruppo del Cristo con la croce, il gruppo del Cristo morto, il gruppo della Madonna, banda musicale e popolo. www.villafavorita.com

    Marzo/aprile

    Buseto Palizzolo , nella domenica delle Palme, processione con 16 quadri viventi composti da giovani locali che riproducono i momenti della Passione, Morte e Resurrezione di Cristo accompagnati da antiche musiche in tema. www.confraternitacrocifissobuseto.it

    Maggio

    Castelvetrano Ricostruzione in 7 quadri viventi della vita di Santa ita da Cascia, particolarmente venerata nella zona. Lo spettacolo è proceduto da un lungo corte storico con figuranti e sbandieratori in costumi medievali, www.corteosantaritacastelvetrano.it

    Calata fimi Ricostruzione nel centro storico di  un villaggio medievale, con figuranti in costume, dame, cavalieri con i loro destrieri, bancarelle di mercanti , un campo d’armi, giochi di quartiere, una cena medievale, uno spettacolo di falchi in volo, balli medievali e una rievocazione storica che ricorderà il momento in cui Guglielmo Porcelet, governatore della città, ebbe salva la vita durante la terribile sollevazione del Vespro, per aver saputo farsi amare ed apprezzare dalla popolazione come uomo giusto e di senno. comune.calatafimi.tp.it

    Novembre

    San Vito Lo Capo, Festival internazionale degli aquiloni, www.sanvitoweb.com

    Scoprire

    Erice

    Ormai è stata scoperta anche dal turismo: inevitabile, vista la bellezza di questo borgo medievale assolutamente intatto, unico nell’intera Sicilia. Una visita è di rigore. www.comune.erice.tp.it

    Scopello

    Un baglio seicentesco circondato da alcune case attorno a una piazzetta e un abbeveratoio: un’oasi di pace e antichità su uno dei tratti più spettacolari (ma anche compromessi) della costa siciliana. Porta d’ingresso per la Riserva dello Zingaro. www.scopellonline.com

    http://www.scopello.sicilia.it/

    Vivereverde

    Riserva regionale Bosco di Alcamo, Trapani, agraria.org. Nata da un intenso rimboschimento iniziato negli anni ’20, quest’area oggi abitata da numerosi piccoli animali selvatici alle porte della bella cittadina barocca di Alcamo si presta a belle passeggiate, magari approfittandine per una visita all’adiacente necropoli preistorica scavata nella roccia e un’escursione ai non lontani famosi monumenti di Segesta, un teatro e un tempio greci molto ben conservati. 1-2 giorni

    Riserva regionale Foce del fiume Belice, Castelvetrano (TP) e Menfi (AG), focedelbelice.it. Dune alte fino a 6 metri che si rptendono dalla foce del Belice e il mare verso ,l’entratorre, colorate a primaver di deliziosi fiorellini, rifugio di migliaia di ucceli acquatici e, a volte, delle tartarucìghe marine. 1 giorno

    Riserva regionale Grotta di Santa Ninfa, Trapani, legambienteriserve.it. Imponenti colonne di pietra, pareti luccicanti di “gioelli”, luminosi “lampadari” di cristallo che pendono dal soffitto. Sembra davvero una sala da ballo la parte centrale di questa immensa grotta con le sue stalattiti/stalagmiti. Uno spettacolo da non mancare. 1 giorno

    Riserve regionali Isole Eolie, Messina, Pantelleria, Trapani,Egadi , Trapani, Pelagie , Agrigento. Non è questa la sede  per descrivere nei dettagli le splendide e famosissime isole maggiori della Sicilia. Basterà dire che diventando riserve regionali hanno goduto di una protezione che, sia pure con molti (troppi) limiti ha garantito un certo equilibrio tra natura e turismo

    Riserva regionale Isole dello Stagnone, Marsala (TP), agraria.org. Nel grande stagno che ospita le Saline di Marsala (vedi a parte) spuntano 4 lembi di terra che meritano una visita a parte rispetto alle più famose grandi isole siciliane dedicate integralmente al turismo. Soprattutto per il paesaggio davvero unico in cui sono inserite, oltre che per la presenza pressoché costante di una ricchissima avifauna acquatica. 1 giorno

    Riserva regionale Lago Preola e Gorghi Tondi, Mazara del Vallo (TP), wwfpreola.it. Al centro di una vasta area palustre ma anche di boschetti, terreni agricoli, grandi aranceti, il lago di Preola offre rifufìgio a numerosi uccelli palustri, testuggini, piccoli mammiferi, nugoli di farfalle in un paesaggio di grande bellezza. 1 giorno

    Riserva regionale Monte Cofano, Custonaci (TP), castelluzzo.net. Un isolato e imponente promontorio alto 650 metri che divide i golfi di Corfano e di Tonagia lengo la splendida costa dominata dal famoso borgo medievale di Eice. Ospita, dominato dal volo di vari rapaci, vere rarità botaniche, fra cui i rarissimi cavolo di roccia e l’erica sicula. E una grande quantità di grotte di tutte le dimensioni: in una di esse, la grotta di Scurati, c’è un intero borghetto medievale abbandonato che si ripopola a Natale e in certi periodi estivi per spettacoli di ricostruzione dellantica vita siciliana. 1-2 giorni

    Riserva regionale Saline di Trapani, salineditrapani.it. Quasi mille ettari di vasche per l’estrazione del sale (tuutora in funzione), pantani e capi coltivati in uno sscenario impreziosito da antichi stabilimenti, mulini, bagli di varie epoche e forme. E’ luogo di rifugio di migliaia di uccelli acquatici, compreso il maestoso fenicottero, e il locale Wf organizza a giorni alterni vistie guidate alla scoperta degli aspetti naturali e di quelli artigianal-industriali dell’estrazione del sale. Consigliabile anche un’escursione alla vicina isola di Mozia, on le sue testimonianze delle presenze fenicie, grache e romane. 1 giorno

    Riserva regionale Zingaro, San Vito Lo Capo (TP), riservazingaro.it. Si lascia senza rimpianti il turistico San Vito Lo Capo, sull’estrenìma punta occidentale della Sicilia. Si percorrono in auto 5 km lungo una strada asfaltata a picco sul mare fino a un parcheggio attrezzato. Si pagano i pochi euro per il biglietto d’ingresso (l’importo è stagionale) e si entra, a piedi, in paradiso. 7 km di osta assolutamente incontaminata, rocce e falesie a strapiombo, macchia mediterranea fitta di palme nane e fiori, calette con spicchi di sabbia bagnate da un mare caraibico, poche case arroccate (compreso uno micro borgo restaurato per ricordare la sura vita dei contadini ottocenteschi nella zona), voli eìdi rapaci e tracce di istrici, volpi, donnole. 1 giorno

  • Numeri

    Stanze: No
    Appartamenti: 2
    Posti Letto: 7
    Ristorante: Si (in particolari situazioni)
    Piscina: no
    Animali ammessi: no
    Prezzo (min/max x stanza doppia): €85/140
  • Scrivono di noi:

    Niente da segnalare
  • Contatti:

    Telefono: Tel.: +39.0923 841247, +39.347.4851399 - Fax: +39.0923.841247
    E-mail: info@villaimmacolatella.it

    Seguici anche su: