iten

La Genzianella


  • Dove

    La regione:
    La Provincia:
    Il luogo: Bormio
    Come arrivare:

    L’albergo è attaccato alla cittadina di Bormio

  • Cosa

    Tipica costruzione alpina ingentilita da balconi fioriti. Il legno fa da protagonista nelle belle stanze e negli
    accoglienti locali comuni, creando un’atmosfera molto romantica.
    In più:
    Niente da segnalare
  • Da non perdere:

    Terme, Parco nazionale dello Stelvio, piste da sci e golf nelle vicinanze.


    Comprare

    Salumi (bresaola)

    Casa della carne, Lanzada, via S.Giovanni 155, tel. O342.453278, www.casadellacarne.com

    Testini, Montagna in Valtellina, via dei Frutteti 64

    Mottolini, Poggiridenti, via Lozzoni 5, tel. 0342.564070, www.mottolini.it

    Formaggi

    Latteria Sociale Valtellina, Delebio, via Stelvio 139, tel. 0342.685368, www.latteriavaltellina.it

    Valli del Bitto, Lanzada, via Ronchetti 425, tel. 0342.556165

    Sopra la Panca, Postalesio, via Roma 4, tel. 0342.563265, www.formaggiocaprino.com

    Duca, Talamona, via Torre 55, tel. 0342.671200

    Bianchini, Tartano, fraz. Campo, tel. 328.7397771, www.bedula.it

    Partecipare

    Febbraio

    Bormio, Maggiore, Combo, Dossiglio, Dossorovina e Buglio, le contrade si cimentano in gare sportive invernali come la discesa, il fondo e la gara di staffetta. I partecipanti devono indossare indumenti di colore simbolo del rione di appartenenza. www.bormio.info

    Settembre

    Chiavenna, Sagra dei Crotti. I crotti sono cantine naturali che si sono formate sotto i massi di antiche frane da cui spira il “sorel”, corrente d’aria che rende l’ambiente ideale per la stagionatura di salumi e per la maturazione del vino. www.sagradeicrotti.it

    Gerola Alta, Sagra del Bitto. Mostra del tipico formaggio D.O.P. prodotto sugli alpeggi della Valgerola. Pranzo e cena in compagnia, con la partecipazione di gruppi bandistici e folcloristici. Iniziative collaterali mirate al recupero e alla valorizzazione del patrimonio storico, etnografico e culturale della valle. www.valgerolaonline.it

    Ottobre

    Grosio , Sfide di giochi e gare sportive tra le famiglie delle sei zone del paese. www.grosio.info

    Scoprire

    Codera

    Un minuscolo villaggio in pietra che deve il suo fascino, oltre che ai grandiosi scenari alpini, anche al fatto che non essendo raggiungibile in auto ha conservato aspetto e atmosfere antiche. www.valcodera.com

    Chiavenna

    Una piacevole cittadina cresciuta ai piedi della Alpi e attorno a un bel borgo medievale che conserva strade tipiche e palazzi. Da vedere anche un mulino ottocentesco. www.comune.chiavenna.so.it

    Mazzo di Valtellina

    Atmosfera cinquecentesca in questo borgo di antiche origine medievali che hanno lasciato tracce importanti in alcune chiese e palazzi. Con il grandioso scenario delle Alpi sullo sfondo. www.comune.mazzo.so.it

    Vivereverde

    Riserva regionale Bosco dei Bordighi, Sondrio, parks.it. Un bosco di farnie miracolosamente scampato alla speculazione sulle rive dell’Adda alle porte di Sondrio. Simbolo della riserva e protagonista della vita animale del bosco è il Picchio Rosso. 1 giorno

    Monumento naturale Cascate dell’Acquafregia, Pluro (SO), parks.it. Descritte anche da Leonardo da Vinci nel Codice Atlantico, sono le cascate probabilmente più spettacolari della Alpi. Si vedono dal basso oppure dall’alto, dopo un percorso di 3 mila gradini che parte dalle vicinanze di Chiavenna per arrivare  ad alcuni borghi fantasma, con gli abitanti che hanno abbandonato antiche case e cantine di pietra. 1 giorno

    Riserva regionale Marmitte dei giganti, Chiavenna (SO), valtellina.com. Fori e cavità a forma di cilindri o di scodelle in un paesaggio sconvolto da enormi massi erratici, rade boscaglie, una cascata che precipita dalle rupi a decine di metri d’altezza. Uno spettacolo straordinario, arricchito da importanti incisioni rupestri e dalla possibilità di fare sosta nell vicina e bella Chiavenna. 1-2 giorni

    Parco regionale Orobie Valtellinesi, Sondrio, parcorobievalt.com. Assai simili alle Orobie Bergamasche per paesaggi montani e fauna (non c’è l’orso, ma in compenso ci sono i rari galli cedroni, simbolo del Parco), le Orobie Valtellinesi si visitano soprattutto grazie a un percorso di 130 km che attraversano l’area protetta longitudinalmente, restando a un’altezza media di 1800 m. Il percorso, entusiasmante, si può fare a tratti, passando da uno all’altro dei molti rifugi presenti (ma conviene sentire prima le strutture del parco, che hanno le mappe dell’itinerario e il calendario delle aperture dei rifugi). Da vedere anche le molte tracce rimaste delle opere difensive costruite per la prima guerra mondiale. 3-7 giorni

    Riserva regionale Paluaccio di Oga, Valdisotto (SO), valtellina.com. Una torbiera inserita in un paesaggio montano spettacolare, con un romantico laghetto, grandi prati e boschi di conifere. Dominato da un curioso forte con tanto di fossato e ponte levatoio dall’aspetto antico che è però stato costruito negli anni immediatamente precedenti la prima guerra mondiale, a protezione dei confini italiani di allora. 1 giorno

    Riserva regionale Pian di Gembro, Villa di Tirano (SO), cmtirano.it. Un immensa torbiera tra ciuffi di betulle e pini silvestri che creano l’ambiente adatto a numerose specie di insetti anche rari e per belle passeggiate solitarie. 1 giorno

    Riserva regionale Piramidi di Postalesio (So), parchi.regione.lombardia.it. Sette giganteschi (10 m. di altezza) funghi dal gambo d’argilla e la testa di pietra in un paesaggio incontaminato di boschi che ospitano anche caprioli e cervi. Comodo sentiero attrezzato per le visite. 1 giorno

    Parco nazionale Stelvio, Bormio (SO), www.stelviopark.it.  Siamo nel cuore delle Alpi Centrali, a cavallo tra Lombardia, Trentino e Svizzera:130 mila ettari di ghiacciai di alta quota e creste montuose che sfiorano i 4 mila metri, valli percorse da tumultuosi torrenti a formare cascate spettacolari, laghi romantici, immense foreste, praterie, pascoli, antichi masi, villaggi, abbazie e castelli medievali. E una fauna ricchissima: camosci, caprioli, stambecchi, ermellini, marmotte, galli cedroni, gracchi, poiane, falchi, aquile reali. Per scegliere cosa e come vedere una delle più importanti riserve naturali europee è indispensabile studiare a fondo il sito del parco o, meglio ancora, visitarne gli uffici della sede, a Bormio, consultando le tante carte illustrate e le espertissime guide alpine. 5-10 giorni

  • Numeri

    Appartamenti: no
    Posti Letto: 70
    Ristorante: si
    Piscina: si
    Animali ammessi: contattare
    prezzo (min/max x stanza doppia) € 114/184 in alta stagione
  • Scrivono di noi:

    Michelin, Gambero Rosso
  • Contatti:

    Telefono: +39.0342.904485, Fax. +39.0342.904158
    E-mail: info@genzianella.com

    Seguici anche su: