iten

Il Palazzino


  • Dove

    La regione:
    La Provincia:
    Il luogo: Bibbona
    Come arrivare: Arrivati a Bibbona , seguire le indicazioni per Centro Storico/Municipio; a 30 metri dal municipio, sulla destra, si trovano le Fonti di Bacco: davanti alle fonti c'è il cancello di ingresso. Seguite la stada privata per 200 metri e siete arrivati al Palazzino.
  • Cosa

    Antichissima (le origini dell’edificio attuale sono del XVII secolo ma ci sono tracce di precedenti insediamenti addirittura romani) villa toscana su una collina posta tra i borghi medievali di Bolgheri e Bibbona, a 7 km da un bel mare. Camere e suite sono arredate con vecchi mobili, spesso d’antiquariato, come le grandi sale di uso comune. Intorno, un curato giardino e la campagna punteggiata di ulivi che producono un olio straordinario
    In più:
    Piccolo paro etrusco, massaggi e trattamento benessere
  • Da non perdere:

    Bolgheri, Castagneto Carducci, Golfo di Baratti, Populonia, Castiglioncello,  Volterra


    Partecipare

    Luglio

    Capoliveri, “La leggenda dell’innamorata” è una rievocazione storica che prevede la rappresentazione di una delle più suggestive leggende che riguarda l’Isola d’Elba. Viene organizzata una sfilata di figuranti con fiaccolata via terra e via mare. Il corteo ha inizio alle 21:30.
    Agosto

    Marciana, “ Palio di San Agabito”, organizzato in onore di Donna Paola Colonna. La manifestazione si compone di messa, corteo e spettacolo degli sbandieratori, giochi medievali e banchetti enogastronomici.

    Scoprire

    Bolgheri e Castagneto Carducci

    I due microscopici borghi che segnarono l’infanzia di Giosuè conservano, oltre alla bella casa del poeta, anche edifici, chiese, piazze e viuzze tipicamente medievali o rinascimentali. www.comune.castagneto-carducci.li.it

    Capraia

    Le antiche fortezze in parte trasformate in quella che è stata a lungo una colonia penale, le case-fortezza costruite ai tempi delle minacce dei pirati, le semplici abitazioni dei pescatori: un di più per ricordare che la seconda isola dell’arcipelago Toscano, con le sue rocce spettacolari e il mare incontaminato, merita una visita almeno quanto l’assai più nota vicina Elba. www.isoladicapraia.it

    Suvereto

    Orgoglioso comune indipendente per due secoli nel medioevo, di quell’epoca ha conservato l’impianto e molti splendidi monumenti, dalla fortezza aldobarndesca a un convento e una pieve. www.suvereto.net

    Vivereverde

    Parco nazionale Arcipelago Toscano, Portoferraio (LI), islepark.it. Non è questa la sede per entrare nei dettagli delle meraviglie naturali, storiche e architettoniche offerte dalle “/ perle del Mediterraneo”: Capraia, Elba, Giannutri, Giglio, Gorgona, Montecristo, Pianosa. Ciascuna meriterebbe una guida a se. Per gli itinerari più specificamente naturalistici di possono raccogliere istruzioni nella sede del parco a Portoferraio, sull’isola dìElba. Senza tempo

    Oasi del wwf Bolgheri, Castagneto Carducci (LI), wwf.it. E’ la prima oasi italiana fondata, assieme alla sezione italiana del Wwf dal marchese Incisa della Rocchetta in un vasto terreno di sua proprietà: sp’lendide dune sul mare, prati, boschi abitati anche da daini e caprioli, stsgni che ospitano migliaia di uccelli acquatici. Un anbiente agreste di grande fascino attrzzato di sentieri-natura, torrette e capanni mimetizzati per avvistare gli animali durante le visite, possibili con prenotazione da aprile a novembre. Poco lonano, “i ci pressi che a Bolgheri alti e schietti…” portano al borgo con la casa natale di Giosue Carducci

    Riserva statale Calafuria, Livorno, turismo.intoscana.it. . Un tratti di costa bellissimo e selvaggio nonostante la vicinanza delle periferie di Livorno, gli insediamenti turistco—balneari Foresta sul mare e un entroterra colorato dalla macchia mediterranea e ombreggiato da vaste macchie di pini anche monumentali. 1 giorno

    Riserva locale Macchia della Magona, Bibbona (LI), bibbonaturismo.it. La Magona era nel tardo medioevo e nel rinascimento uno stabilimento dove di lavorava all’estrazione del ferro dal materiale grezzo in arrivo dalle non lontane colline metallifere maremmane. Per la lavorazione serviva il fuoco prodotto dal legname dell’immenso bosco circostante, che aveva preso lo stesso nome. Chiuso la stabilimento, il bosco si è ripreso dalle ferite inferte dagli antichi boscaioli e ora si estende per 1500 ettari praticamente incontaminato, con scorci di panorama verso il vicino mare, abitato da caprioli, daini, scoiattoli. Per visitarlo c’è una rete di 50 km dei sentieri percorribili anche a cavallo o in bicicletta. 1 giorno

    Riserva statale Isola d Montecristo, Livorno, agraria.org. La più selvaggia delle isole dell’Arcipelago Toscano è oggi una riserva integrale, accostabile in barca e visitabile solo con speciali permessi: Che vale la pena di chiedere, per vedere una natura aspra e dirupata fatta di rocce, boschetti, macchia mediterranea e abitata da tipiche capre endemiche e perfino alcune foche monache. 1 giorno

    Parco provinciale Monti Livornesi, Livorno, agraria.org. Tra Livorno e il bel borgo medivale di Suvereto si stende un territorio montuoso selvaggio e disabitato, coperto di foreste e percorso da tumultuosi corsi d’acqua. Nella zona non perdete una visita al santuario di Montenero, con le migliaia di ex-voto donati soprattutto dai marinai livornesi scampati alle tempeste, e al vicino, spettrale mausoleo di cui la faniglia Ciano aveva iniziato e mai termnato la costruzione alla fine del periodo fascista. 1-3 giorni

    Oasi wwf Orti Bottagone, Piombino (LI), wwf.it. In un ambiente palustre di stagni salmastri, canneti, brandelli di prateria e di boschetti un sentieri natura del Wwf attrezzato consente l’avvistamento di ben 203 specie di uccelli acquatici tra i quali gli splendidi fenicotteri rosa. 1 giorno

    Parco archeologico Populonia, Piombino (LI), valdicornia.it. I primi furono gli etruschi, che qui avevano un porto per accogliere le navi cariche di ferro in arrivo dalle minisera dell’Elba, alle quali si agiunsero poi i giacimenti scoperti nell’entroterra. E nel II secolo ac i romani confermarono la vocazione della zona creando la città mineraria di Populonia. Poi arrivarono le devastazioni longobarde, che costrinsero abitanti e minatori a spostarsi a Piombino, che divenne una delle più importanti roccaforti della Repubblica marinara di Pisa. Tracce di questo percorso storico affascinante sono dappertutto nel Parco Archeologico crreato per proteggere la zona, i un ambiente spettacolare fatto anche di boschi e tratti di costa incontaminati. 1-2 giorni

    Riserva locale San Silvestro, Campiglia Marittima (LI), parchivaldicornia.it. Ci sono anche boschi frequentati da una fauna ricca e varia, machia mediterranea coloratissima, colline incontaminate. Ma una visita alla riserva di San Silvestro è, come a Populonia (vedi) soprattutto un viaggio nella storia delle miniere, di cui si esplorano antichissimi siti di archeologia industriale, e dei minatori: come nei romantici resti della Rocca, ilcastello-paese del X-XI secolo o la successiva villa medicea per ospitare e proteggere gli operai. 1-2 giorni

    Parco provinciale Sterpaia, Piombino (LI), parchivaldicornia.it. Dieci km di spiagge tra Piombino e Follonica fatte di dune colorate dalla macchia mediterranea e affollate, d’estate, dai bagnanti. Ma basta inoltraarsi per pochi metri nell’entroterra per scoprire ciuffi di bosco, ombrose pinete e aree umide dove soggiornano splendidi uccelli acquatici. 1 giorno

    Riserva statale Tomboli di Cecina, Livorno, www.cecinaviva.com. Una grande pineta voluta dai granduca di Lorena per ornare un forte-abitazione sul mare. Affollata dai bagnanti in cerca d’ombra d’estate, d’inverno costituisce un ambiente suggestivo anche per la presenza di numerosi piccoli mammiferi selvatici. Nei dintorni vale una visita Vada, una spiaggia dalla sabbia bianchissima perché “lavata” dalla soda orodotta in un vicin stabilimeno industriale, fenomeno assai poco eclogico ma spettacolare. 1 giorno

  • Numeri

    Stanze: 5
    Appartamenti: 1
    Posti Letto: 17
    Ristorante: si
    Piscina: si
    Animali ammessi: contattare
    Prezzo (min/max x stanza doppia): € 195/160
  • Scrivono di noi:

    Guida Italia Agritur, Guida agriturismi Touring
  • Contatti:

    Telefono: Telefono: +39.0586.670330 - +39.340.9008922; Fax: +39.0586.671714
    E-mail: ilpalazzino@tiscali.it

    Seguici anche su: