iten

Hammam


  • Dove

    La regione:
    La Provincia:
    Il luogo: Senorbi
    Come arrivare: Mappa interattiva nel sito
  • Cosa

    Un edificio ottocentesco restaurato rispettando lo stile sardo. Suggestive mura di pietra all’esterno, negli ampi ambienti comuni, parzialmente nelle stanze. Un arredamento molto curato, con mobili in stile sardo, tappeti, arazzi e oggetti di artigianato locale. E la splendida Spa che dà il nome all’albergo
    In più:
    Splendida Beauty Farm (bagno turco, aromaterapia, cascate di ghiaccio; trattamenti anti.age del viso e del corpo); prima notte di nozze in omaggio per gli sposi novelli
  • Da non perdere:

    Zone archeologiche, museio del grano e degli antichi mestieri, Cagliari


    Comprare

    Salumi

    Su Surboni, Settimo San Pietro, Su Pardu, tel. 070.789535, www.susirboni.com

    Sale agli aromi

    Fior di sale, Cagliari, Viale Elmas 188, tel. 070.242020, www.gourmetsardegna.it

    Dolci

    Corona&Manca, Quartu Sant’Elena, via Marconi 503, tel. 070.822327, www.coronaemanca.com

    Durke, Caglairi, via Napoli 66, tel. 070.666782, www.durke.com

    Partecipare

    Agosto

    Iglesias, “Palio Villa Ecclesiae”, corteo storico e gara di balestrieri in ricordo del conte pisano Ugolino della Gheradesca, www.comune.iglesias.ca.it

    Scoprire

    Monte vecchio

    Un paese fantasma. Ex centro minerario completamente abbandonato alle spalle delle meravigliose spiagge di Piscinas è uno straordinario monumento di archeologia industriale

    Vivereverde

    Monumento naturale Basalti Colonnari di Guspini, Cagliari, sardegnaambiente.it. Un’imponente parete di basalto striata da profonde fessure che creano l’effetto di grandi colonne: uno spettacolo naturale da vedere assieme alle altre meraviglie di Guspini, paese famoso per l’artigianato dei coltelli: i monoliti di Perdas Longas, lo scenario di archeologia industriale offerto dalle miniere abbandonate di Montevecchio, lo stagno di Marceddi abitato da splendidi fenicotteri rosa, le rovine della città punica i Neapolis, fiero ostacolo all’invasione romana. 1-2 giorni

    Oasi Lipu di Carloforte, Cagliari, lipu.it. Una falesia di 6 km di costa a strapiombo nella splendida isola di San Pietro ospita i nidi di uccelli anche rari e spettacolari: oltre ai gabbiani corsi e reali, anche il falco della Regina e il falco Eleonarae. Da vedere, nelle vicinanze, il sito di archeologia industriale delle saline dismesse, oggi spesso rifugio di fenicotteri rosa. 1 giorno

    Monumento naturale Domo Andesitico di Acquafredda, Siliqua (CA), sardegnaambiente.it. Le rovine del casello medievale di Acquafredda dominano uno spettacolare “monte” (è alto appena 200 m) circondato da boschi di conifere ed eucalipti. 1 giorno

    Parco regionale Gutturu Mannu, Cagliari, sardegnaambiente.it. Quasi 5 mila ettari di una foresta antichissima che si sviluppa senza soluzioni di continuità lungo il percorso del fiume Gutturu Mannu, in una gola spettacolare abitata da rari rapaci e anche dal cervo sardo. Per andare alla scoperta di questo gioiello della natura servono spirito d’avventura e/o mezzi adeguati (un fuoristrada ?)

    Monumento naturale Le Colonne, Carloforte (CA), sardegnaambiente.it. Due faraglioni alti fino a 16 metri che spuntano dall’acqua in uno dei tratti più spettacolari dell’Isola di San Pietro. Fustigati da un mare spesso violento che ne rode le rocce, le due colonne sono a rischio di estinzione, e dunque protette almeno dalle incursioni umane con rigide regole di rispetto. 1 giorno

    Parco regionale Molentargius, Cagliari, sardegnaambiente.it. Tra le aree intensamente urbanizzate delle periferie di Cagliari e Quartu Sant’Elena è sopravvissuta una vasta area umida costituita da quelle che erano le più importanti e produttive saline della Sardegna. Oggi costituiscono un oasi preziosa nel cemento urbano, frequentata da centinaia di uccelli acquatici (perfino, a volte, il fenicottero rosa) e visitabile partendo dalla bella palazzina Liberty Sali Scelti, vero monumento di archeologia industriale. 1 giorno

    Monumento naturale Pani di zucchero e Faraglioni di Masua, Iglesias (Ca), sardegnaambiente.it. Un grande scoglio (133 matri) di calcare bianchissimo e due faraglioni a ridosso di un tratto di costa sarda molto bella e abbastanza poco frequentata, piena di calette deserte tra le rocce a picco sul mare e interessanti esempi di archeologia industriale costituiti dalle tante miniere abbandonate della zona. Spettacolare anche Porta Flavia, capolavoro di ingegneria

    Zone umide Stagni di Mistras, Pilo, Platamona, Sassari, di Colostrai e Santa Gilla, Cagliari, sardegnaambiente.it. Sono tutti ambienti palustri simili fra loro, rifugio di numerose specie di uccelli acquatici, che meritano una visita da parte degli appassionati di questo tipo di paesaggio. 1 giorno ciascuno

    Parco diffuso Zone geominerarie della Sardegna, parcogeominerario.sardegna.it. La storia mineraria di quest’isola ricchissima di minerali d’ogni genere inizia migliaia di anni fa e si è conclusa solo da qualche decennio. In questo lunghissimo periodo, l’uomo ha scavato miliardi di tonnellate di terreno, modificato migliaia di corsi d’acqua, distrutto milioni alberi. Modificando profondamente la natura e i paesaggi. Ma lasciando anche preziose testimonianze di archeologia antichissima e moderna che oggi costituiscono uno spettacolo insieme istruttivo e suggestivo. Così si sta lavorando alla creazione di un vero Parco diffuso in tutta la Sardegna: E intanto sono stati individuati itinerari di grande interesse culturale e paesaggistico. I principali: “la via del Carbone” nel Sulcis; “la via dell’argento” nell’area Sarrabus-Gerrei; “il sale, l’oro bianco dei sardi”; “i sentieri dell’ossidiana” nell’area del monte Arci; “Miniere di Barbagia”; “la via del granito” alla Maddalena e Sassari; “miniere e cervi” nel Guspinese-Arburese”; “tra mare, boschi e miniere” nell’Iglesiente.

  • Numeri

    Stanze: 7
    Appartamenti: no
    Posti Letto: 14
    Ristorante: si
    Piscina: si
    Animali ammessi: contattare
    Prezzo (min/max x stanza doppia): € 90/100
  • Scrivono di noi:

    Niente da segnalare
  • Contatti:

    Telefono: ++39.070.9808578, Fax +39.070.9806125
    E-mail: info@hotelhammam.com

    Seguici anche su: